Focaccia di patate con lievito madre

Dosi per una teglia da 32 cm 100 gr di Pasta Madre (rinfrescata) 300 gr di Farina 0 75 gr di Acqua 75 gr di Latte 100 gr di Patate lesse (una patata media) 5 gr di zucchero 20 gr di Olio evo 8 gr di Sale Per la finitura q.b.
di Emulsione di Acqua e Olio evo in pari quantità q.b.
di Sale grosso Usiamo la pasta madre a 4 ore dal rinfresco (ma anche del giorno prima va bene lo stesso).
Nel frattempo che aspettiamo la sua giusta maturazione, mettiamo a lessare una patata di grandezza media, e una volta lessa pesiamone 100 gr che schiacceremo per dargli modo di raffreddarsi.
Nella ciotola della planetaria spezzettiamo la nostra pasta madre, aggiungiamo la farina, l’acqua tiepida, il latte a temperatura ambiente, lo zucchero e le patate passate.
Se lo fate a mano, l’ordine degli ingredienti naturalmente è lo stesso. Facciamo partire la planetaria e aspettiamo che l’impasto prenda corpo, aggiungiamo gradatamente l’olio EVO e successivamente il sale.
Portiamo a incordatura.
Quando l’impasto risulta liscio ed omogeneo, facciamo una bella palla e lo lasciamo riposare per mezz’ora sul piano di lavoro infarinato, coprendolo a campana con una ciotola. Passato questo tempo, diamo un giro di pieghe al nostro impasto e dopo averlo arrotondato lo riponiamo in una ciotola coperto con pellicola, lontano da correnti d’aria fino al raddoppio, cioè per circa 6 ore.
Quando l’impasto avrà raddoppiato, lo ribaltiamo su una teglia ben unta con olio, e delicatamente lo allarghiamo in modo da coprire tutta la superficie.
Gli lasciamo recuperare la lievitazione per altre due ore.
A questo punto, possiamo creare degli avvallamenti con le dita che permetteranno in cottura di avere una colorazione non uniforme e un aspetto molto appetitoso, spennellare bene con  abbondante acqua e olio EVO in pari quantità emulsionati insieme.
Poi cospargiamo di sale grosso.
In questo caso, io a volte affetto anche una cipolla rossa con cui farcisco la superficie, per dare un sapore più deciso alla mia focaccia.
A vostro gusto, insomma! Scaldiamo il forno a 200° e inforniamo una volta caldo per 30/35 minuti, dipende dal vostro forno (nel mio ne bastano anche 20).
facilità 1 velocità 2 nb:  questa è una ricetta che faccio ogni settimana!  

Leggi tutto l'articolo