Fondazione Di Vittorio - Presentazione libro "Guerra e libertà" di Carlo Verri

> 02-07-2012NEWS Presso la sede della Fondazione Giuseppe Di Vittorio, Via Donizetti 7b a Roma, si terrà domani, 3 luglio alle ore 16.00, la presentazione del libro di Carlo Verri, Guerra e libertà - Silvio Trentin e l'antifascismo italiano (1936-1939).
La discussione sarà aperta da Iginio Ariemma e Adolfo Pepe.
Sarà presente l'Autore.Senza cadere nella trappola delle facili generalizzazioni e senza cedere alla tentazione di semplificare le questioni ideologiche e strategiche su cui Trentin si è lungamente affannato, con fervore e impegno, Carlo Verri ricostruisce gli anni fatidici di Silvio Trentin, tra il 1936 e il 1939.La guerra civile di Spagna dal 1936 al 1939 e il tentativo da parte di Trentin, come esponente del movimento Giustizia e libertà, di forgiare l’unità antifascista nell’epoca del Fronte popolare, sono i grandi temi su cui l’autore si concentra.
Qui si getta una nuova luce sulla questione tormentata dell’unità antifascista negli anni che precedono lo scoppio della seconda guerra mondiale.
Si esamina, infatti, il ruolo di Trentin in relazione a quello degli altri esponenti dell’antifascismo italiano, fra cui Carlo Rosselli, Pietro Nenni e Ruggero Grieco, tra i più importanti.Senza dirlo esplicitamente, in effetti, Verri vede Trentin come uno dei rappresentanti dell’antifascismo italiano che più di tutti risulta adatto non solo ad analizzare le cause della sconfitta delle forze democratiche italiane nel 1922, ma anche a esplorare il terreno di una “rivoluzione italiana” che avrebbe gettato le basi di un nuovo ordine socio-politico.
Il ritratto di Trentin che emerge dalla narrazione di Verri è di un rivoluzionario autentico, ma di un rivoluzionario poco ortodosso e un pensatore e un uomo d’azione che ha dimostrato “una permanente disponibilità al dialogo”.

Leggi tutto l'articolo