For Ever and Ever (I miei 15 anni di David Bowie 1987/2002) di Stefano Bianchi

Un percorso giornalistico (e personale), quello di Stefano Bianchi nella stesura di For Ever and Ever (I miei 15 anni di David Bowie 1987/2002).
Un percorso meditato nel tempo e concluso da un irrefrenabile bisogno di elaborare il lutto da quell’incredulo 10 gennaio 2016.
Le musicassette con le interviste a Bowie, conservate come reliquie, sono finalmente venute alla luce per questo libro interessante e intrigante, specchio di un’epoca musicalmente irripetibile, consigliato non solo ai fans del Duca Bianco.
 Come dichiara l’autore, For Ever and Ever non è la solita biografia: «Bene o male la può scrivere chiunque».
È il frutto di 15 anni d’incontri dove la professionalità giornalistica ha stabilito un feeling con la genialità della rockstar; ma è soprattutto il risultato di 2 persone che si sono trovate faccia a faccia, con il talento e la stima reciproci.
Da Roma a Milano e Parigi; da Dublino a Londra, passando per Birmingham, ecco le interviste, le conferenze stampa, gli articoli e l...

Leggi tutto l'articolo