Forestale Basket in vendita

    Due mesi ancora.......
Poi? La scomparsa.
Definitiva, imprescindibile, assoluta.
  Il presidente GNAN, infatti, venderà la società ad una cordata di imprenditori per riportare il grande basket, il nostro grande basket, in un'altra città.
  Finisce nel modo più inglorioso possibile, cioè quello della vendita per tirar su euro, la storia quarantennale della Forestale Basket.
  Una storia fondata da gente del calibro di Grillo e Putignani,  proseguita con Buccioli e conclusa con Chicchetti e Amedei.
  Una società nata quasi per gioco e poi diventata un punto saldo per molti giovani, con una funzione sociale elevata.
  E ci dispiace, infatti, sentire il sindaco che sentenzia "al palazzetto non è che vedo molti giovani", perché i giovani, qui vivono per il basket.
  Due mesi per ricordarci ancora cosa siamo stati per il movimento nazionale del basket, per rammentare che sì scompariremo dalla cartina nazionale del basket, ma che non dimenticheremo mai l'emozione di entrare a palazzo il giorno del derby contro l'Avens.
O andare a Roma per una gara 3 che avrebbe dato la promozione nella massima serie.
  Ma sono tempi, qui a Rieti di vacche magre, e il primo a rimetterci le penne è il basket.
  Ma, lo ripetiamo, in un modo altamente inglorioso.

Leggi tutto l'articolo