Fornero e Passera contro licenziamenti

Roma, 2 nov.
(TMNews) - E' sceso in campo il governo a dare un altolà alla Fiat dopo l'annuncio del licenziamento di 19 operai di Pomigliano per far spazio al reintegro dei lavoratori Fiom deciso da una sentenza della magistratura.
Prima il ministro dello Sviluppo economico Corrado Passera che giovedì ha detto "l'azienda è libera" ma "la mossa non mi è piaciuta".
Poi una nota del ministro del Welfare e del lavoro Elsa Fornero in cui si invita l'azienda "a soprassedere all'avvio della procedura di messa in mobilità del personale, in attesa della verifica di una possibilità di dialogo che non riguardi soltanto il fatto specifico, ma l'insieme delle relazioni sindacali in azienda".
La nota di Fornero usa parole dure, constatando "con rammarico e preoccupazione: 1) la novità della fattispecie che fa evolvere le relazioni industriali nel senso dello scontro e dell'indurimento della contrapposizione; 2) la mancanza di volontà di dialogo di entrambe le parti; 3) l'assenza di una posizione comune da parte sindacale".
E spiega che "il Ministro del Lavoro si adopererà per quanto di sua competenza per fermare l'avvitamento in una spirale nella quale tutti, dai singoli all'intero Paese, sono perdenti".

Leggi tutto l'articolo