Forse bisognerebbe partire proprio da qui.IL RISVEGLIO

IL RISVEGLIO DI TRIA No patrimoniale: fa male solo parlarne. No flat tax.
È abbastanza buffo (ma forse no) che l’unica persona con un po’ di buonsenso in questo governo di sbandati in cerca di un mestiere sia Giovanni Tria. Ha portato pazienza per lunghi mesi, sopportando l’ironia di mezzo mondo. Poi si è stufato e ha detto le cose come stanno: qui non c’è nessun boom. Anzi, va sempre peggio.
Di recente ha aggiunto ancora qualcosa. La flat tax, tanto desiderata da Salvini e dal suo consulente bancarottiere, si può anche fare, ma presenta due problemi: costa un’enormità di soldi e, in ogni caso, deve essere progressiva.
E qui viene da ridere davvero. Tria sembra essere l’unico in questa banda di ciarlatani a essersi ricordato che non si tratta di una scelta di politica economica: la progressività delle imposte è un obbligo che deriva dalla Costituzione, sta lì da una settantina d’anni e nessuno si è mai sognato di violarlo, vale in tutti i paesi moderni e per bene.
Ma si possono ave...

Leggi tutto l'articolo