Fotografo ambulante di P.Ruocco

LE POESIE DI PASQUALE RUOCCO
pubblicate sul giornale "Roma" di Napoli nel 1961
Fotografo ambulante
 
Presso un giardino, presso un monumento,
dovunque è un pò di sole, tu lo vedi.
Ha tutto seco : macchina, treppiedi
e un campionario di ritratti al vento.
 
Fisionomie d'ignoti... Quei ritratti
che, sulla cassa d'acero, egli sfoggia,
stinti dal sole e guasti dalla pioggia,
mostrano volti scialbi e contrafatti.
 
Ma queste son miserie a cui non bada
l'artista : è calmo, olimpico, sicuro
(la calma gli deriva dal bromuro)
e punta l'obiettivo sulla strada.
 
L'umanità frenetica cammina
dietro due falsi iddii, l'oro e l'amore,
e non legge il cartello ammonitore :
"Cento lire due copie in cartolina !"
 
Fermati : Dove vai, stolto passante ?
Quale ricordo lasci nella vita ?
Lascia - almeno - un'immagine sbiadita
al bacio di una madre o di un'amante !
 
Una coppia di sposi si avvicina
con passi incerti e sguardi affascinati :
ed egli li fotografa abbracciati...
Felicità "formato cartolina" !
 
E...

Leggi tutto l'articolo