Fratello Campagna,anche altri si scusino

(ANSA) – MILANO, 25 MAR – “Dopo quarant’anni e dal carcere le scuse sono fuori luogo.
Forse sono altri che dovrebbero chiedere scusa, come Lula e gli altri che lo hanno protetto, quelli che hanno creduto a una persona come Battisti”: Maurizio Campagna, fratello di Andrea, poliziotto ucciso nel ’79 dal terrorista dei Pac, commenta in questo modo le ammissioni fatte davanti al pm Alberto Nobili.
“Finora tutti a parte lui hanno parlato – ha aggiunto – quindi quello che manca è la sua versione, manca che dica magari qualcosa che gli altri non hanno detto per aiutare la giustizia e la verità storica”.