Frattini rivela:"L'assalto Libico al peschereccio era stato concordato con noi!"

Il ministro Frattini, giustamente orgoglioso del risultato degli avvenimenti che hanno avuto come protagonisti una motovedetta libica ed un peschereccio italiano ha dato alle stampe la seguente nota:”Posso annunciare con fierezza che le relazioni fra il nostro paese e la Libia si sviluppano nel migliori dei modi.
Dapprima abbiamo regalato, grazie alla generosità del nostro Premier (Dio lo abbia in gloria) 5 Miliardi a Gheddafi.
Il ministro La Russa ha dichiarato che i Libici sono nostri amici e dirimpettai.
Il ministro leghista Maroni, noto per il razzismo suo e del suo partito ha regalato, perseguendo lo scopo di rendere la marina Libica più efficiente, 5 modernissime motovedette e si è pure offeso perchè non gli è stato concessa la possibilità di consegnarle personalmente.
L'accordo comprendeva che ufficiali della marina militare istruissero i colleghi Libici sull'uso delle imbarcazioni.
Tutto ciò è avvenuto con la soddisfazione di tutti, in prima persona di Berlusconi che in cambio di tutto questo ha ricevuto in dono un magnifico cammello dal nome “Cesare”.
Siccome siamo il governo del fare abbiamo voluto andare oltre.
Per essere certi che i Libici fossero in grado di usare bene i natanti abbiamo combinato un esercitazione mista.
Una motovedetta Libica guidata da 6 ufficiali Italiani ha assalito un peschereccio Italiano ed ha tentato di affondarlo.
Per rendere più efficace l'esercitazione l'equipaggio del peschereccio era stato mantenuto all'oscuro di tutto.
La manovra ha avuto un parziale successo, benchè sia stato raggiunto da 28 colpi di mitragliatrice il peschereccio non è affondato.”

Leggi tutto l'articolo