Freddo,pista ciclabile,legname a gogò, cetaceo in decomposizione....

 
di Piero Murineddu
Cioè, veramente di queste stagioni non se ne capisce più un piffero. Estate che presuntuosamente si attarda, inverno-non inverno che scorria scorria s'anticipa. Eccome no, belle giornate, ma provate ad uscir presto la mattina e sentire quei micidiali sei gradi che t'intettarono senza darti il tempo di dire "ma...". Un freddo da ippirì. Ma comunque il naso fuori lo devi pur mettere, se non altro per vedere .....come va il mondo.
Primo capitolo
Vedo che i lavori per la pista ciclabile lungo la litoranea procedono. L'eliminazione di tutti quei pini però un po' di dispiacere lo provoca, dai. Non è certo l'insensata e criminale deforestazione amazzonica, ma vedere motosegati di botto alberi che hanno impiegato decenni per crescere, un certo effetto lo fa.


 

A proposito, ma che fine fanno?
Guarda caso, mi trovo a seguire proprio il camion che li trasporta. Destinazione sesto pettine. Arrivato sul posto, vedo un'immensa distesa di prezioso legname, le cui vis...

Leggi tutto l'articolo