Fuoco di paglia o lavori in corso?

Ieri sera il Milan ha perso un derby in modo inconfutabile, tutti credo si aspettavano un risultato diverso non certamente una sconfitta così pesante, ma una vittoria dell'una o dell'altra squadra più equilibrata; detto questo vorrei fare alcune riflessioni.
Il Milan a Siena, campo non certamente facile dove ha sempre trovato grosse difficoltà, con umiltà e bel gioco è riuscito a trovare una convinzione nei propri mezzi quasi esaltante; anche ieri sera la prima mezz'ora ha messo l'Inter in difficoltà, facendo la partita, poi è venuto inaspettato il primo goal dell'Inter e quella fiducia ritrovata si è sgretolata in un attimo permettendo all'Inter di sviluppare bel gioco e dimostrando una superiorità netta.
E' vero che secondo me ci sono stati episodi condizionanti: l'infortunio di Gattuso, la mancata immediata sostituzione ha fatto il resto.
Progressi da non buttare: Nesta e Thiago sono una certezza in difesa, soprattutto il giovane Thiago ha dimostrato anche ieri sera personalità e bravura; Pato e Borriello davanti sono una conferma di intesa e potenza.
Considerazioni: il centrocampo di Gattuso, Ambrosini, Seedorf, Pirlo ha nelle sue qualità l'esperienza, ma forse è ormai troppo spremuto; che dire poi del disastroso in difesa Jankulovski e certamente i sostituti non possono essere Favalli, Kaladze o Oddo??? Ronaldinho indubbiamente quando ha gli spazi è un campione, ma nel nostro campionato quali sono le squadre che te lo danno? Ieri sera poi vederlo camminare  e non pressare l'avversario è stato deprimente, se quello sarà il Ronaldinho non credo sia da Milan.
Il problema è che la rosa è questa, forse è bene mettersi il cuore in pace, un campionato da mezza classifica e una champions league breve; forse la dirigenza non ha voglia più di investire e non mi sembre nemmeno ci sia un progetto per il futuro  a parte Thiago e Pato tutto si basa su un ossatura stanca e forse con la voglia di cambiare aria.
 

Leggi tutto l'articolo