Furti da biglietterie e parcometri Atac, 11 arresti

La Guardia di Finanza ha arrestato 11 guardie giurate addette al trasporto e alla vigilanza dei biglietti e del denaro di parcometri e biglietterie bus e metro di proprietà di Atac.
Gli indagati attraverso alcuni stratagemmi e approfittando dell’obsolescenza delle macchine emettitrici di biglietti, asportavano dalle casse banconote e monete, spesso anche non rendicontate dal contatore elettronico.
La media del guadagno illecito per ciascuno degli indagati si è aggirato tra i 250 e i 500 euro a testa al giorno.
Il profitto veniva utilizzato per l’acquisto di beni di consumo di varia natura e per il pagamento di vacanze.
Tutti gli indagati erano ampiamente a conoscenza del sistema, ma alcuni di loro preferivano agire individualmente o, comunque, senza dividere con il collega di turno il provento dell’attività illecita.
Per giustificare gli ammanchi le guardie ricorrevano a espedienti di ogni tipo, arrivando anche a simulare tentativi di furto.