Fw: decentramento

  ----- Original Message ----- From: ruggero morelli To: blog ardenzalarosa Sent: Saturday, January 31, 2009 8:04 AM Subject: decentramento Prima di discutere del funzionamento delle Circoscrizioni nella nostra città, e quindi di esaminare e aggiornare il regolamento esistente sul decentramento approvato dal Consiglio comunale con atto n.
63 del 19 aprile 1999, occorre  chiarire il nuovo contesto legislativo in cui andiamo ad operare.
           Con decreto legislativo 18 agosto 2000, n.
267 è stato approvato il nuovo testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, nel quale sono  contenute tutte le norme, che a cominciare dalla legge 8 giugno 1990, n.142.
hanno profondamente innovato la vita degli enti locali a partire dagli anni 90.
           In particolare con queste norme è stata affermata la netta distinzione tra politica e amministrazione, tra indirizzi e gestione, riservando quindi agli organi elettivi compiti di indirizzo e di controllo,  affidando invece  la gestione ai dirigenti.
           Queste nuove disposizioni hanno quindi ormai praticamente vietato la possibilità di affidare ai Presidenti e ai Consigli di circoscrizione  qualsiasi compito gestionale.
           In seguito con la legge 24 dicembre 2007, n.244 ( Legge finanziaria 2008 ) è stato modificato l’art.
17 del DL 18 agosto 2000, n.267 disponendo per quanto ci riguarda che: “ I comuni con popolazione tra i 100.000 e i 250.000 abitanti possono articolare il territorio per istituire le circoscrizioni di decentramento ai sensi di quanto previsto dal comma 2.
La popolazione media delle circoscrizioni non può essere inferiore a 30.000 abitanti.
comma 2.
L’organizzazione e le funzioni delle circoscrizioni sono stabilite dallo statuto comunale e da apposito regolamento “            Occorrerà quindi alla luce di quanto sopra esposto rivedere l’attuale regolamento sul decentramento ed esprimere un giudizio ponderato sul ruolo svolto dalle circoscrizioni nella nostra città, almeno per il loro ruolo originario di messa in rete della democrazia partecipata, dove il cittadino esprime il suo diritto di cittadinanza  e il suo senso civico.
Se effettivamente le circoscrizioni sono riuscite ad essere un punto di riferimento in grado di ascoltare e recepire suggerimenti anche minimi.
           Verificare cioè se esse sono riuscite effettivamente a promuovere la partecipazione e svolgere un ruolo di stimolo e di sostegno alle attività politiche del Comune a livello decentrato [...]

Leggi tutto l'articolo