G.N.R. storia delle sovrastampe di Brescia

Le prime serie di francobolli G.N.R.
sovrastampati a Brescia comparvero nel dicembre 1943, il suo significato G.N.R.
era però per lo più sconosciuto a molti anche in ambito filatelico c’era molta confusione ed alcuni autori interpretarono erroneamente tale sovrastampa con "Governo Nazionale Repubblicano", per affermare così anche in ambito dei valori postali lo stato repubblicano fascista .
Qui riportato l'interpretazione della sigla del catalogo filatelico Landmans del 1944   Molti altri pensarono che la nascita di tali sovrastampe era da attribuire ad un atto di autocelebrazione e propagandistico della guardia nazionale repubblicana stessa oppure per scopo speculativo, quello della guardia nazionale repubblicana fu comunque un atto di forza nei confronti della Direzione Generale delle regge Poste.
Ricci capo delle G.N.R.
la cui sede era proprio Brescia maturò l'idea di forzare la mano agli altri gerarchi del governo dopo l'ennesima inconcludente riunione del Consiglio dei Ministri, in cui non si era nemmeno sfiorato il tema del mettere ordine nei valori bollati dell'ex-Regno d'Italia in corso nel territorio della R.S.I.
Da militare, Ricci ritenne di porre innanzi al fatto compiuto gli altri ministri, obbligandoli così a prendere una posizione chiara al cospetto di Mussolini, dovendo giustificare direttamente al Duce la propria mancanza di iniziativa.
La sua azione di comando fu fulminea , fece ritirare dal mercato e sovrastampare i fogli dei valori bollati del Regno di cui riuscì ad entrare in possesso, facendo apporre l'unica sovrastampa a lui possibile, cioè quella della sigla dell'organizzazione di cui era a capo.
 i primi lavori in tipografia sarebbero iniziati di venerdì pomeriggio, il 17 dicembre 1943, volutamente per avere un intero fine settimana in cui  poter procedere alla stampa nel modo più rapido e segreto possibile, evitando che i lavori potessero essere interrotti dall'azione improvvisa di funzionari del Ministero delle Comunicazioni.
Visto il successo e la speculazione di cui fu oggetto la serie sovrastampata a Brescia, venne deciso di far seguire una più ampia serie sovrastampata emessa a Verona, non più con l'uso di caratteri mobili ma con lastre fotoincise.
Nel maggio 1944, ma secondo altri autori e ricercatori, la sovrastampa G.N.R.
di Verona era invece già in uso, sebbene limitatamente già a febbraio 1944, come dimostrano i documenti viaggiati prima del maggio 1944.
Le serie dei valori con sovrastampa G.N.R.
sono molto ricercate e apprezzate dei collezionisti per il [...]

Leggi tutto l'articolo