G8 a L'Aquila, opportunità dopo il terremoto o gesto populista?

Chi avrà i reali benefici da questa mossa? Il G8 in Abruzzo è un'opportunità per la popolazione terremotata o è l'ennesimo gesto populista della politica?Ho già letto alcune polemiche sulla reale situazione a L'Aquila causa G8.
Non solo gli interventi di ricostruzione promessi procedono a rilento, ma l'organizzazione del G8 starebbe anche limitando la libertà delle persone.
Sono solo voci o è tutto vero?
"Case agibili nei pressi della scuola della Guardia di Finanza, dove verranno alloggiati i grandi, verranno requisite.
Servono tetti e terrazzi.
Nuove vie di fuga dalla caserma approntate in tempi record.
Mentre i palazzi storici cadono a pezzi.
Gli alberghi del centro cittadino ormai disabitato verrano riadattati.
Non per la gente del posto però.
Assembramenti di più di quattro persone si vedono spiate da militari in servizio per controllare.
E, già da una settimana prima del summit, le vie di accesso alla città saranno bloccate.Se poi bisogna parlare di soldi perché vi siano dei risparmi, è necessario che all’Aquila si spenda meno della differenza fra quanto previsto inizialmente per la Maddalena e l’ammontare delle risorse da destinare alle opere già in fase di realizzazione.
Considerato che gran parte dei lavori alla Maddalena erano già in fase esecutiva, e poiché i lavori che saranno effettuati in Abruzzo comporteranno un maggiore esborso a causa dell’urgenza e si potranno realizzare meno della metà delle opere inizialmente previste.
Tante notizie interessanti scritte dalla gente del posto si trovano su questo forum"

Leggi tutto l'articolo