GAS - saperne di più

Ecco la spiegazione di alcune definizioni date dalle società di approvvigionamento gas per uso domestico.
Metro cubo standard (smc): esprime la quantità di gas contenuta in un metro cubo a condizioni standard di temperatura (15 C°) e pressione (1.013.25 millibar, cioè la pressione atmosferica).
Gli smc si ottengono moltiplicando i metri cubi misurati dal contatore per il coefficiente di conversione (C) introdotto dall'Autorità.
Coefficiente di conversione (C): converte il consumo misurato dal contatore in metri cubi, nell'unità di misura utilizzata per la fatturazione, cioè i metri cubi standard.
E' necessario poichè il volume di una medesima quantità di gas, e quindi il medesimo contenuto di energia, dipende dalla pressione e dalla temperatura a cui tale quantità viene consegnata.
Il coefficiente C è entrato in vigore dal 01/07/2009, pertanto tutti i consumi fatturati successivamente a tale data sono stati sottoposti a conguaglio, seguendo le direttive imposte dall'Autorità.
Potere calorico superiore (P): rappresenta la quantità di energia contenuta in un metro cubo di gas a condizioni standard; serve quindi per valorizzare in energia il consumo espresso in metri cubi.
PDR (punto di riconsegna): è un codice composto da 14 numeri che identifica il punto fisico in cui il gas viene prelevato dal cliente finale.
Non cambia se si cambia fornitore.
Scaglioni : alcuni prezzi unitari hanno un valore differenziato per scaglioni di consumo annuo.
A titolo d'esempio, quindi, un cliente che consuma 400 smc nel corso di un anno solare pagherà il prezzo previsto per il 1° scaglione per i primi 120 smc consumati ed il prezzo previsto per il 2° scaglione per i restanti 280 smc.      

Leggi tutto l'articolo