GAY e PACS

Ieri sera facendo un po' di zapping, mi sono imbattuto in quel programma di Chiambretti, MARKETTE (spudoratamente e arrogantemente di sinistra).
La mia attenzione è stata catturata dalla diatriba Sgarbi - Cecchi Paone e ovviamente il tema in discussione erano i PACS.
Francamente né è uscito fuori quello che mi aspettavo ma soprattutto quello che diciamo da tempo ha avuto un'ulteriore conferma.
GLI OMOSESSUALI NON DEVONO FORMARE UNIONI LEGALI NE TANTOMENO FAMIGLIE.  Cecchi Paone ha mostrato una pochezza spirituale, un'assenza completa di moralità, un'estraneità assoluta nei confronti della realtà, ma quello che più mi ha colpito è stato l'attacco senza mezze parole nei confronti della Chiesa e dei cattolici.
Rei di difendere la famiglia naturale fondata sul matrimonio, colpevoli di essere contrari all'aborto ( vero e proprio olocausto) retrogradi, oscurantisti, infami e mi fermo qui.
La battaglia degli omosessuali è questa, una vera e propria crociata nei confronti dei cristiani, il loro interesse assoluto ed egoista viene supportato da questo governo di depravati e dai forti poteri economici e mediatici.
Si introduce in Italia il reato di "discriminazione per orientamento sessuale" che permetterà di mettere in carcere coloro che metteranno in dubbio l'idoneità di un insegnante omosessuale, o preferiranno un eterosessuale ad un gay nella scelta di un impiegato.
La televisione è oramai monopolio degli omosessuali, è difficile non trovarne almeno uno in qualche programma.
In questo clima, la Famiglia, i Valori, L'Onore stanno diventando parole senza senso e anzi sarà quasi vietato pensarle.

Leggi tutto l'articolo