GIORDANO BRUNO - chi era costui?

Giordano Bruno … come mai lo ricordiamo ancora oggi?
Giordano Bruno
Il 17 febbraio del 1600, dopo lunghi anni di carcere, di tortura,   a piedi scalzi e con la lingua stretta in una museruola affinché non potesse parlare, un uomo veniva condotto dal carcere del Sant’Uffizio a Piazza Campo dei Fiori per essere bruciato vivo. Quell'uomo si chiamava Giordano Bruno. Ma … come mai la Chiesa cattolica aveva voluto per quest'uomo una morte così atroce?
Vediamo un po' di capirci qualche cosa.
Il Santo tribunale dell’Inquisizione Romana, presieduto personalmente dal papa, lo aveva condannato al rogo in quanto “eretico, impenitente, pertinace”. Non solo lui doveva esser bruciato sul rogo, ma soprattutto quello che aveva scritto. I suoi libri dovevano essere distrutti! All'epoca erano ''quattro gatti'' quelli che sapevano leggere, quindi come mai accanirsi così tanto con quanto scriveva? Che genere di ''malvagi'' pensieri a...

Leggi tutto l'articolo