GIORNO DELLA MEMORIA

Il 27 gennaio 1945 le truppe sovietiche della 60ª Armata del “1º Fronte ucraino” del maresciallo Ivan Konev,impegnate nella offensiva Vistola-Oder in direzione della Germania, aprirono il campo di concentramento diAuschwitz, liberandone i superstiti. La scoperta di Auschwitz e le testimonianze dei sopravvissuti rivelarono per la prima volta a tutto il mondo l’orrore del genocidio nazifascista.
Per cancellare le tracce dei loro crimini il 20 gennaio, ad Auschwitz, i nazisti avevano fatto saltare i forni crematori 2 e 3, dove erano stati bruciati i corpi di centinaia di migliaia di ebrei. La notte tra il 25 e il 26 fu la volta del crematorio 5. Il giorno dopo le truppe sovietiche, quando entrarono nel campo di sterminio, trovarono 7.000 prigionieri ancora in vita. Erano quelli abbandonati dai nazisti perchè considerati malati. Erano stati portati via durante la ritirata tedesca tutti i prigionieri sani, molti dei quali morirono in quella che fu ricordata come una marcia della morte.
I s...

Leggi tutto l'articolo