GP MONACO, L'ANTEPRIMA

Si torna in pista questa domenica, e per il circus arriva l'appuntamento più atteso dell'anno con il gran premio più caratteristico, più affascinante e glamour dell'intero mondiale, ovviamente parliamo del gran premio di Monte Carlo; sulle strade più famose della Formula 1, il circuito cittadino del principato è tra i più amati dai fan e dai piloti, nonostante l'elevata pericolosità, visto che per tutto il giro si è a pochi metri, centimetri dai guard rail, ed il minimo errore viene pagato a caro prezzo dai piloti.
Il gran premio del piccolo principato si corre del lontano 1929, ormai appuntamento fisso nel campionato.
Anche a Monaco le Mercedes sono le favorite, ma sulle strade del principato tutto può cambiare.
Il circuito monegasco con i suoi 3.340m è il più corto del mondiale, ma la gara è una delle più lunghe, con i suoi 78 giri, il gran premio supera spesso l'ora e 45 minuti di corsa, dovuto anche agli interventi della Safety Car, che qui e chiamata spesso ad intervenire per via dei numerosi incidenti, e la mancanza di vie di fuga; anche per questo la gara monegasca viene etichettata come un'autentica roulette; sorpassare qui è molto difficile, quasi impossibile, e per questo sono importantissime le qualifiche e partire d'avanti a tutti.
Dal punto di vista dei pneumatici, la Pirelli come nelle edizioni precedenti portà a Monte Carlo le due mescole più morbidi, le P Zero Red(Super soft) e P Zero Yellow(Morbide), per garantire la massima aderenza su un circuito dove non si raggiungono alte velocità, ed è presente un asfalto sporco e scivoloso.  Questa domenica si correrà l'edizione numero 72 del gran premio di Monaco, corso sempre sullo stesso tracciato.
Il record di vittorie appartiene ad Ayrton Senna, maestro a Monte Carlo, ed indimenticabili i suoi giri in qualifica dove riusciva a dare anche un secondo di distacco al secondo.
Il brasiliano e seguito con 5 vittorie qui da Graham Hill e Michael Schumacher; mentre dei piloti attualmente in pista solo Fernando Alonso e Mark Webber sono riusciti a vincere per due volte il gran premio.
Tra i costruttori ben 15 le vittorie per la Mclaren, seguita dalle 9 della Ferrari e dalle 7 della Lotus.
Negli ultimi anni la Red Bull domina a Monte Carlo, nelle ultimi quattro edizioni infatti due vittorie per Webber (2012-2010) ed una per Sebastian Vettel (2011); mentre lo scorso anno fù la Mercedes di Rosberg a trionfare.
Impressionante invece la striscia negativa della Ferrari nel principato, infatti la scuderia del cavallino non vince a Montecarlo dal 2001, con [...]

Leggi tutto l'articolo