GP del Canada 2004

Anche stavolta la Ferrari l'ha spuntata, e siamo a sette successi su otto gare - sempre con lo stesso pilota - Mr.
"rullo compressore" Schumacher.
Non si capisce quando lascera' vincere almeno una volta il suo compagno di squadra, il povero Rubens Barrichello che stavolta a parita' di tattica - due pit stops - non riesce a tenere il ritmo di Schumy.  C'e' da dire che questa era probabilmente una delle poche gare dove gli avversari della rossa di Maranello avevano concrete possibilita' di emergere, ma nonostante una partenza dalla sesta e settima posizione la Ferrari ha trovato comunque la chiave vincente di questa gara, effettuando due soste contro le tre dei principali avversari.
La B.A.R.  che doveva far faville su di una pista dove il motore e' importante almeno quanto i freni ha lasciato un po' delusi, soprattutto perche' in prova Button (4° al traguardo prima dela squalifica) aveva un po' illuso con una prima fila davvero niente male.
Sato ha rotto l'ennesimo motore Honda ma stavolta il giapponese ha fatto davvero un guaio andando a cercare un sorpasso impossibile su Panis, ed ancor prima ancora quando ha rovinando il suo giro nelle qualifiche con uno stupido errore dovuto ad un eccesso di grinta (..non e' una sorpresa…).
Ancora una volta il motore Honda si mette a fumare e considerando che queste rotture capitano sempre e solo a Sato mi vien da pensare che forse il giapponese fa qualche fuorigiri di troppo non essendoci piu' il controllo elettronico del cambio in salita e in scalata.
Temo dovrà imparare che guidare sempre "sopra le righe" non paga, occorre piu' concretezza e meno agonismo.
La Williams sembra risorgere con la pole position di Ralf Schumacher (secondo al traguardo  prima dela squalifica) e il 5° posto di Montoya che stavolta e' stato nettamente battuto dal compagno di squadra.
Ralf ha guidato molto bene, e se avesse fatto qualche piccolo sforzo in piu' avrebbe potuto impensierire impensierire il fratellone.
Il colombiano invece si e' dimostrato poco incisivoladdove ci si aspettava qualcosa in piu' da un combattente del suo stampo.  La Williams ha comuqnue ancora molto da lavorare, ed in attesa della versione rivista della sua FW 26 puo' solo affidarsi alle gomme Michelin, che - almeno sul giro secco - erano superiori alle Bridegstone.
Disastro in casa Renault: Trulli che non fa piu' di cento metri per una sospensione che cede in partenza, mai vista una cosa simile...
to vergognosa per un team del calibro della Renault.
Jarno ha toccato un cordolo troppo forte nel giro di ricognizione oppure alla [...]

Leggi tutto l'articolo