GP di Monaco 2004

Grande Jarno!!!!! Finalmente dopo anni di sfortune, di bocconi amari, di false promesse, Jarno Trulli vince il suo primo gp in carriera.
Un successo strameritato fin dalle prime fasi del weekend monegasco che si e’ rivelato per l’ennesima volta, come vedremo in seguito, ricco di colpi di scena.
Trulli e’ sempre stato uno dei migliori interpreti del circuito cittadino piu’ famoso del mondo, era gia’ partito in prima fila a Montecarlo, e stavolta con un giro “monstre” ha staccato una pole position da favola con record del circuito.
Jarno ha un punto dove fa’ la differenza, la esse delle piscine: dove transita senza esitzioni tenendo giu’ il piede destro.
Ha dato uno schiaffo morale a chi pensava che quel giro era piu’ frutto del poco carburante che aveva a bordo che non della sua guida assolutamente fantastica per tutto il weekend.
In gara ha controllato gli avversari con maturita’ e consistenza, non ha tirato inutilmente alla fine quando un ottimo Button (2° al traguardo) lo stava insidiando ben sapendo che a Montecarlo non si supera facilmente.
Neanche Alonso e’ riuscito a insidiare piu’ di tanto il pilota italiano e alla fine ha chiuso la sua gara contro le barriere del tunnel per un’errore d’insperienza: per non perdere il contatto da Trulli ha forzato il passaggio su Ralf Schumacher (doppiato) andando sullo sporco dove la sua Renault e’ schizzata via come una saponetta.
Inutile poi la polemica aizzata dal portavoce della Ferrari Luca Colajanni contro Montoya: un sei volte campione del mondo come Michael Schumacher non puo’ scaldare i freni a quel modo, bloccando addirittura una ruota, dentro il tunnel dove la visibilita’ non e’ certo ottimale e Montoya non poteva andare da nessun’altra parte per cui al massimo si deve parlare di incidente di gara, d’altronde Schumacher non e’ nuovo a tamponamenti del genere(vedi Belgio 98)e per una volta sarebbe meglio che il portavoce della Ferrari non dicesse eresie quando afferma che Schumacher avrebbe potuto vincere…infatti in regime di safety car Trulli e’ rientrato ai box per la sua seconda sosta e Scumacher no’, dunque Trulli aveva un margine di almeno venti secondi sul tedesco che un’altra sosta doveva farla per forza.
La Williams ha raccolto troppo poco a causa di Heidfeld che ha fatto perdere un’eternita’ a Montoya(4°) che ci ha regalato ancora una volta dei bei sorpassi (bello quello su Barrichello, che poi ha colto il 3° posto finale, durante la ripartenza).
Ralf Schumacher almeno in prova ha fatto un gran bel giro ma le polemiche col suo [...]

Leggi tutto l'articolo