GRUPPO E - OLANDA

  OLANDA       Sander BOSCHKER E' stato aggregato alla prima squadra in fretta e furia, e solo perché mancava chi guidava il pullman.
D'altronde a 40 anni, dopo una vita passata a fare il terzo portiere, perché diavolo avrebbe dovuto essere chiamato? E' soprannominato Disboschker dai compagni poiché ha l'insana abitudine di effettuare delle uscite a gamba tesa che risultano micidiali per chi le subisce.
            Mark VAN BOMMEL Pacioso frate trappista nella vita (produce tra l'altro una birra quadruplo malto ai crauti, di 72° gradi, urticante, che prima ti prende alla testa e poi alla pancia) fautore della fratellanza universale, della carità e dell'amore fraterno; non appena scende in campo si trasforma in una carogna senza eguali al mondo.
Misteri della fede.
Ciò che ha sulla testa non sono capelli veri: è un'unica colata di polenta e capriolo ormai mummificatasi sul suo cranio.
            Demy DE ZEEUW Dopo una lunga gavetta in squadre improbabili quali WSV, AGOVV, ZDF, CISL, Go Ahead Eagles, Turn Right Frogs, Go Fuck Yourself Pigs, finalmente approda all'Ajax come massaggiatrice.
E' l'uomo dalle sopracciglia meglio curate d'Olanda e se ne vanta ogni venerdì pomeriggio cone le amiche dalla parrucchiera.
Qui sta pensando al prossimo colore dei french che si farà non appena tornato in patria.
            Stijn SCHAARS Come recita il suo nome, questo qui è la più grossa chiavica olandese.
Lo hanno chiamato solo per fare la barriera umana durante le punizioni: la sua soglia di sopportazione del dolore è pari a quella di un blocco di calcestruzzo.
Hanno anche pari peso specifico e quoziente intellettivo, peraltro.
              Ibrahim AFELLAY Grandissimo fruitore di film al luci rosse, è l'unico titolare del pacchetto "exclusive" della pay per view in digitale.
Arriva sempre tardi agli allenamenti perché ci tiene a sfuttare la scheda fino in fondo, come peraltro si può ben notare dalla foto.
                Dirk KUYT Punta di diamante dell' attacco del Liverpool, l'ispido Dirk possiede pure una linea di abbigliamento sadomaso/fetish marchata DK (che fino ad ora resta la cosa migliore che è riuscito a combinare nella vita).
Si sussurra che la sua ditta fornirà le divise del Liverpool del prossimo anno: Gerrard con tacchi a spillo e frustino, Carragher ricoperto di lattice, Torres in puro Bondage-style, legato e incaprettato come uno spiedo.
       

Leggi tutto l'articolo