Gal Isole di minori&selezione. La precisazione

di Giacomo Biviano La presente nota per replicare alla vicenda Gal Isole di Sicilia.
Le polemiche alle quali si accenna sembrerebbero “chiare” nel senso di scontate.
A me invece sembrano solo strumentali e tendenti ad insinuare sospetti tipici di chi voglia solo screditare l’immagine di una persona.
Sarà certamente sfuggito che il sottoscritto di questa selezione ha solo presentato domanda (il 21 aprile 2012) senza mai procedere alle successive fasi selettive, prove orali comprese.
E questo perché il nuovo incarico di Assessore, conferitomi un mese dopo la presentazione delle suddetta domanda (il 21 maggio 2012), mi consigliava di non proseguire in  nessuna selezione in corso che vedesse in qualche modo coinvolto il Comune di Lipari.
Di certo, il sottoscritto non ha ritenuto giusto obbligare parenti vicini a privarsi di una possibilità  per la quale nessuna legge e nessun regolamento vieta la partecipazione, specie se trattasi di selezione ad evidenza pubblica e soprattutto se alcuni di essi hanno una esperienza pluriennale presso i GAL.
, la quale può essere fatta valere in termini di titoli e per la quale solo un folle non vi parteciperebbe.
A rafforzare il tutto, se ce ne fosse bisogno, il fatto che la commissione selezionatrice sia stata nominata dal Consiglio Direttivo prima dell’insediamento dell’attuale Sindaco e durante il mandato del precedente, Dott.
Mariano Bruno, in qualità di Presidente pro-tempore del Gal Isole di Sicilia.
Per quanto riguarda eventuali incompatibilità voglio solo pensare che qualcuno, spero non volutamente, stia confondendo quanto prescritto dalle Disposizioni Attuative relative alla gestione dei GAL, le quali dispongono che “ sui progetti realizzati nell’ambito del PSL non è ammissibile l’affidamento di incarichi diretti in qualità di consulenti o di tecnici ai Soci/Partner del GAL, ai coniugi, ai parenti e affini entro il quarto grado e alle persone aventi con il GAL stesso un rapporto di lavoro.” Per cui si rileva inammissibilità solo relativamente ai soci o ai partner (e loro parenti) e soltanto per “incarichi diretti” in qualità di consulenti esterni ed interni della struttura.
In questo caso, non solo il sottoscritto non appartiene e non è mai stato presente a nessun consiglio direttivo e a nessuna assemblea del GAL Isole di Sicilia in qualità di socio, ma se non bastasse la stessa procedura in corso riguarda una selezione ad evidenza pubblica di figure professionali previste nell’Ufficio di Piano e non una nomina “diretta” di consulenti esterni [...]

Leggi tutto l'articolo