Galli (Lista Maroni) colpito in Aula da moneta lanciata dal capogruppo Pd

«Atto profondamente irriguardoso delle istituzioni, Brambilla si scusi pubblicamente» «Il Consiglio regionale non è la curva sud di San Siro.
Posso comprendere qualsiasi forma di nervosismo, ma l’Assemblea legislativa è il “campo di battaglia” delle idee e non delle monetine, anche quando le prime vengono a mancare»: così il capogruppo della Lista Maroni nel Consiglio regionale della Lombardia, Stefano Bruno Galli, stigmatizza il gesto del capogruppo del Pd, Enrico Brambilla, che nel corso dell’ultima seduta del Consiglio ha lanciato una moneta all’indirizzo dei gruppi della Lega Nord e della Lista Maroni, colpendo lo stesso Galli al volto.
«L’atto è profondamente irriguardoso nei confronti delle istituzioni rappresentative – afferma Galli – e io da storico delle istituzioni non posso passarci sopra, anche perché la strada dalle monetine allo scontro fisico è breve.
Per questo invito Brambilla a pubbliche scuse».

Leggi tutto l'articolo