Gallicano (LU): GalliArt

Nazareno Giusti per loschermo Si è tenuta ieri una bella performance del pittore Sergio Fini che accompagnato dalla chitarra del figlio ha eseguito in poco tempo ad occhi chiusi lasciandosi guidare dalla musica un suo quadro emozionale.
Questo è stato solo l'ultimo dei tanti eventi culturali che stanno animando il paese che sta ospitando la terza edizione della rassegna internazionale di arte moderna Galliart alla quale partecipano 20 artisti nazionale e internazionali in 5 sale espositive.
L'evento espositivo, fortemente voluta e sostenuta dal Comune di Gallicano, patrocinata dalla Provincia di Lucca e dalla rete regionale dell'Arte Contemporanea, è stato inaugurato sabato23 ottobre, alle ore 17,30, nel palazzo comunale alla presenza di un folto pubblico e rimarrà aperto sino al 7 novembre con i seguenti orari: feriali (15.30-19.30) festivi (10-13 e 15.30-19.30).
 Curatore della mostra è propio l'instancabile Sergio Fini che afferma: Galliart è come le castagne, si concretizza ad ottobre, il suo profumo si spande nella valle portando la voglia di sogno, di ricordi e sensazioni dolci, invita a scoprirci dentro, dopo l'estate e la vita vissuta in fretta adesso possiamo rallentare, concederci una pausa e goderci una mostra.
Già una mostra che come hanno sottolineato il sindaco Adami e l'assessore alla Cultura Mazzanti in soli tre anni è già cresciuta molto divenendo un evento di qualità che quest'anno coinvolge vari luoghi pubblici del paese: si va dalla Sala Consiliare (con le opere dei maestri Bargero, Maccianti, Soriani, Massocco, Masini, Nunan e Cartwright) al Teatrino delle Suore Oblate (con Theike e Valensin) per passare dal Ciaf (con Bernardi, Gianni e Piccoli) e arrivare poi allo spazio dedicato alle nuove leve (Lencioni, Rossomando, Pedri-Salotti e Masini) .
Inoltre, in piazza San Giovanni e Piazza del Popolo, saranno esposte le sculture dei maestri lucchesi Pegonzi e Del Debbio.

Leggi tutto l'articolo