George Orwell – George Gissing

 Come ad altri noti tardo vittoriani anche a Gissing (1857-1903) è toccato l’azzardo d’essere sfiorato dalla vicenda di Jack lo Squartatore; vi ha giocato la sua conoscenza del sotto-mondo e frequentazione dei bassifondi londinesi e, particolarmente, della prostituzione, pur se, con puntiglio, qualcuno ha ricordato che al culmine degli sventramenti lo scrittore si trovava all’estero.
Curiosamente, lo stesso Orwell, nello scritto postumo qui riportato, risalente al 1948, accenna alla  misoginia (negata dalla Woolf) e allo spirito di rivalsa, da giovane colto ma spiantato, tirati in ballo ogniqualvolta  si tracci l’identikit dell’eroe negativo di quei torbidi; egli concorda nell’alta considerazione per New Grub Street, del 1891 ( ora pubblicato dall’editore Fazi ) ma  pare subire le suggestioni di quella prosa spesso torrenziale solo piegandole a interessi ed urgenze del proprio tempo.
Se in quelle pagine vi sono la spietata presentazione del lavoro alla catena editoriale (o delle fattez...

Leggi tutto l'articolo