Gerry Scotti e l'addio alla televisione: il successo non sempre appaga

Dopo quarant'anni passati a lavorare in televisione, sembra normale che un conduttore televisivo come Gerry Scotti senta il bisogno di staccare la spina, di mollare tutto e dedicarsi ad altro. Non che la professione del conduttore non gli sia piaciuta, al contrario; è stata una fortuna per uno che da giovane faceva ben altro e che si è ritrovato in tv quasi per caso.
Resta il fatto che Getty Scotti aveva già accennato che compiuti i sessantanni avrebbe voluto dare una svolta alla sua vita. Di quale svolta stia parlano ancora non è chiaro, visto che diventare bravo, ricco e famoso non è certamente alla portata di tutti, tantomeno per ragazzi di oggi che usciti dall'università vivono l'incognita del futuro.
Il presentatore di Caduta Libera ha dichiarato: “L’età media per gli uomini è sopra gli ottant'anni. Considerando che ne ho passati venti a diventare uomo, quaranta a fare un lavoro che mi piaceva molto e che mi è arrivato senza che lo cercassi, mi piacerebbe nei prossimi venti affr...

Leggi tutto l'articolo