Gesù in fuga

I moti del 1848 avevano acceso in tutti una tal febbre di novità, che pareva che i più avessero perduto il senno.
Don Bosco ne era grandemente preoccupato per il timore non infondato di gravi mali alla Chiesa.
Celebrando un giorno nell'Istituto del Buon Pastore, era all'Elevazione, quando una suora mandò all'improvviso un grido altissimo che turbò tutta la comunità.
Finita la Messa, don Bosco fece chiamare a sé quella suora, e le chiese: - Che cosa avete visto? - Gesù nell'Ostia!...
- rispose la suora.
- Gesù vivo in forma di bambino, tutto grondante sangue! - E ciò che vuol dire? - Non lo so.
- Ve lo dirò io: vuol dire grandissima persecuzione che si prepara contro la Chiesa.
Tenetelo a mente e pregate.
Quando don Bosco ritornò a celebrare la Messa colà, quelle buone suore lo interrogarono ancora sul come e perché di quell'apparizione; egli sorridendo si limitò a rispondere: - Forse Gesù me l'avrebbe meglio spiegato, se quella suora, con quel grido, non l'avesse messo in fuga!

Leggi tutto l'articolo