Giampiero Artegiani morto a 63 anni, vinse il Festival di Sanremo con «Perdere l'amore»

Alla vigilia della sessantanovesima edizione di Sanremo, festival che gli diede da autore di «Perdere l'amore» il successo inutilmente inseguito come cantante, è morto Giampiero Artegiani.
Cantautore, paroliere e discografico nato a Roma il 14 maggio 1955, Artegiani iniziò come tastierista e chitarrista nelle cantine della Roma anni Settanta con la band prog rock dei Semiramis, alla voce Michele Zarrillo, che incise un solo lp, «Dedicato a Frazz». Sciolto il gruppo, si mise prima a studiare e poi a praticare la musicoterapia, trovando anche nuova linfa da compositore, accanto al musicista Marcello Marrocchi. Nel '78 provò la strada del pop con i Carillon, di cui fu voce solista e chitarrista, ma durò poco e decise di provarci da cantautore, passando per tutti i festival possibili: nel 1983 portò «Il sogno di un buffone» a «Un disco per l'estate», l'anno successivo «Acqua alta in piazza San Marco» a Sanremo, dove tornò nel 1985, piazzandosi terzo con ,«... E le rondini sfioravano il ...

Leggi tutto l'articolo