Giancarlo Giannini gira in Calabria il suo nuovo film. Set a Gambarie d’Aspromonte per il ritorno alla regia

GIANCARLO Giannini torna alla regia e lo fa con un film che sarà girato anche in Calabria.
Ti ho cercato in tutti i necrologi è il titolo a effettoscelto da Giannini, che ritorna dietro la macchina da presa 23 anni dopo 'Ternosecco'.
Dietro e davanti.
Perché di questo film ilpopolare attore-regista fa anche parte del cast insieme a Murray Abraham e Silvia De Santis.
Il film, prodotto dalla società Magali Production, sarà coprodotto dalla Fondazione Calabria Film Commission, col cui presidente, Francesco Zinnato, Giannini ha appena sottoscritto a Roma un contratto.
Il set del film, sarà in Canada, in Arizona e in Italia ed, in particolare, anche in Calabria, precisamente a Gambarie d'Aspromonte, dove Giannini ha già individuato alcune location significative.Il film narra la storia di un italiano che vive in Canada dopo essere scappato dal suo paese dove, facendo il taxista, ha investito un calciatore.
Oggi porta i morti al cimitero con un carro funebre e troverà l'amore proprio dando un passaggio a una donna.
“In tutti questi anni - ha detto Giannini - mi sono state proposte delle regie ma ho deciso di aspettare una storia giusta, come questa.
È la vicenda, allucinata e strana, di un italiano ambientata in Canada e ispirata a un fatto reale che voglio raccontare da trent'anni.
Protagonista un uomo, una sorta di antieroe dei giorni nostri, che cerca di sopravvivere in un mondo pericoloso.
Il suo incontro con una donna misteriosa lo spinge in una storia d'amore assoluta, alla Duello al sole».
Ti ho cercato in tutti i necrologi è tratto da un soggetto di Lorenzo Cairoli e comprende nel cast F.
Murray Abraham, «uno degli attori più bravi del mondo - sottolinea Giannini - e di cui ho la fortuna di essere amico».
Il Presidente della Film Commission, Francesco Zinnato, si è detto particolarmente felice dell'opportunità di poter “ospitare in Calabria un artista non solo famoso a livello internazionale ma soprattutto amato da tutti gli italiani per la sua sensibilità ed umanità ma anche perle grandi suggestioni ed utopie dei personaggi interpretati”.
“Di particolare rilievo per la promozione del nostro territorio - ha proseguito Zinnato - è anche la circostanza che Giannini abbia scelto una location montana come Gambarie che ci offre l'opportunità di segnalare all'opinione pubblica mondiale l'ampio spettro dell'offerta turistica calabrese che non è solo mare”.

Leggi tutto l'articolo