Gimondi ed il Cannibale

Inauguro oggi la sezione Ciclo Song, dedicata alle migliori melodie e canzoni dedicate al mondo del ciclismo.
Mi sembra quanto meno scontato non iniziare con la mia preferita: Gimondi e il Cannibale – Enrico Ruggeri (da “L’uomo che vola”, 2000)Il racconto in musica dei duelli tra  “Il Cannibale Eddy Mercx” e Felice Gimondi scritto per l’edizione 2000 del Giro d'Italia.
Questo brano è una sintesi del Ciclismo, l'atmosfera della sfida tra il favorito e l'antagonista che non sa più a che santo votarsi per vincere.
Testo e musica si mescolano in un corpo unico: parole come « E tu che mi vuoi lasciare, non ci provare, non mi staccherò.......non ti voltare, sai che ci sarò».
Il ritmo incalzante e la voce di Ruggeri fanno il resto.
Diciamoci la verita: a chi sentendola non viene in mente di mordere la strada ed affrontare la sfida...CICLISTICA E NON:)? Le parole tuttavia non bastano per descrivere la pelle d'oca nell'ascoltare questi 4.42 minuti. 

Leggi tutto l'articolo