Giornali e giornalisti parliamone un po'

Ciao o buongiorno a tutti, a seconda di chi legge, se egli od ella e dei nostri oppure "molto assai superiore".Oggi ho un crollo psicologico, dovuto un po' alla fine degli show elettorali, e un po' perché non sono più abituato a svolgere attività "normali" da quando è iniziata la campagna elettorale.Obbiettivamente credo che noi Italiani siamo "proprietari" della più quantomeno complessa classe politica.
Ma oggi mi vien di estro lanciare 2 parole in libertà sui giornali e sui giornalisti.Chi sono costoro, (Un giornale è una pubblicazione periodica distribuita in forma cartacea.
Il termine deriva da “giorno”, che indica l'originaria frequenza giornaliera di pubblicazione (oggi non è più una qualità dirimente).
Tipicamente un giornale è fatto di fogli non rilegati.
In questo senso si distingue dallarivista.
Anche la carta da giornale (non patinata) è diversa da quella di una rivista (patinata).I giornali, insieme alle riviste, possono essere conservati e venir consultati in luoghi appositi e aperti al pubblico detti emeroteche.) (Il giornalista è il professionista del giornalismo che si occupa di scoprire, analizzare, descrivere e scegliere notizie.Il giornalista redige articoli, inchieste (o reportage) o editoriali per testate giornalistiche periodiche oagenzie di stampa, su un mezzo di comunicazione di massa (carta stampata, radio, televisione,internet).
Bene come si evince dalla spiegazione, in due parole sintetizzo, il giornale è un insieme di fogli assemblati sui quali fogli vi sono impresse delle parole derivanti dalla ricerca della verità del fatto o evento che il giornalista imparzialmente ha recuperato da fonti sicurissime e poi certificate, e poi................
Dopo tutto questo trituramento di maroni, mi chiedo? Esiste un giornalista che sappia o che faccia realmente il giornalista.
Continua........................

Leggi tutto l'articolo