Giornata a Napoli

Cosa facciamo oggi??? Il bel tempo ormai arrivato ci spinge fuori casa ma il dubbio è "dove andare?".
Ed ecco Veronica risolvere il problema ...
 "perché  non ci incontriamo alla stazione di Napoli e  andiamo sul lungo mare...".
Eccoci quindi sul pullman ore 8.30; giornata favolosa, piena di aspettative ed entusiasmo sia per la città  che ci aspetta sia per la curiosità di essere guidati dal cicerone Alfredo.
Prima tappa, Caffè  Mexico a pochi passi dalla stazione in piazza Garibaldi 70/71/72; caffè  cremoso al punto giusto.
In più la caratteristica che lo differenzia dagli altri bar è che il caffè viene  servito  già zuccherato;  gli amanti del caffè  amaro devono dichiararlo subito al barista.
Seconda tappa, Sfogliatelle da Attanasio, Vico ferrovia 1/2/3/4; la frolla  si scioglie in bocca, tenera e cremosa allo stesso tempo; la riccia racchiude in sé sia la conchiglia croccante sia la parte morbida della ricotta.....
Entrambe da provare; favolose calde.
Ad ogni morso si è catturati dalla delicatezza della ricotta unità al sapore dei canditi tritati, che non infastidiscono il palato e di quel tocco in più...il pizzico di cannella....meravigliose !!! Autobus....
lungo mare...Ad accoglierci Ie gigantografie di Belen!!! ( non tanto gradite alla gente del posto, ma  che dire quando una cosa è bella...
tutti ne parlano e la guardano...buon marketing).
In ogni caso, con o senza Belen, l'azzurro del mare ci trasporta in anticipo alla stagione estiva; le ragazze scoprono le gambe, i bambini sono in festa, gli artisti per strada giocosi e le coppie passeggiano romanticamente fino a Castel dell'Ovo.
Passeggiando tra l'antico e il moderno si è fatta ora di pranzo ed ecco l'aumentare delle file per un tavolo.
Intravediamo una foto, fatta di recente e  notizia tanto sentita al telegiornale, del pizzaiolo che offre la pizza a Papa Francesco...
eccoci in fila per un posto per quattro al " Don Ernesto", via Partenope,12 .
Il gesto generoso di offrire la pizza al Papa ormai è divenuto fonte di curiosità  e di marketing .
Ad un primo sguardo noto che i tavoli fuori sono in plastica , piccoli poco adeguati al luogo; apparecchiati con  tovagliette e tovaglioli di carta.
Alcuni posti si trovano al sole ed impediscono ai  commensali di apprezzare appieno il pranzo, il rischio  di una insolazione con questo  caldo è alta.
Iniziamo con la frittura "Don Ernesto"; buona per il sapore e  la frittura ben asciutta (crocchè, arancini, mozzarella in carrozza), piccola la porzione considerando il costo di €11 [...]

Leggi tutto l'articolo