Giudicume e Furfanti Politici.

Attensiun Cumpagn e bravi Sumà (di Catena e di LOTTA ...).
Ma boja fauss, non lo sapete che gli immobili del Defunto P.C.I.
(e dei Degenerati Sindacati) sono NOSTRI, dei LAVORATORI e del Popolo che hanno PAGATO la Tessera al Partito (e al Sindacato), anche con SACRIFICIO; perchè i FETENTI di allora che sono i Dirigenti di oggi, se fossero andati (comunque …) al POTERE, promettevano (insieme ai sedicenti “Compagni” magistrati, che molto Razzolavano e TRAFFICAVANO nelle Assemblee OPERAIE, per RUBARE Voti ...) la Perequazione delle PAGHE (Pareggiamento), migliori condizioni di Vita e una GIUSTIZIA “Uguale per Tutti”.Invece quei Figli di Putrefatte BALDRACCHE, hanno cominciato a “Grattare” e RUBARE peggio dei Cuscritt alla Naja e SFACCIMAMENTE, ancora di più di quelli che dicevano di voler Scacciare o addirittura Distruggere, con molti dei quali hanno allacciato Parentele e SANGIOVANNI, per indegni INTERESSI Personali quali Aumenti di Prebende o per molti Stomachevoli PRIVILEGI Medievali; e se ne FOTTONO altamente che stiamo Affogando in un mare di MISERIA, ma anche di Giustificata PAURA per la PACE Sociale che si riduce ogni giorno a causa della Folle INVASIONE che hanno Organizzato con quegli altri Sciacalli e TRADITORI della E.U.; ai quali ci hanno VENDUTO per trenta Marchi …Quando il Venduto CANAGLIUME Giudiziario diventa SERVO dei TRADITORI Politici che USURPANO il Governo, e i CAPORALI dei Sindacati si Fregano anche loro DISGUSTANTI Stipendi, questo significa che la Salvezza del Massacrato POPOLO sta solo nella rapidità colla quale userà la BIPENNE e appresterà la Santa FORCA.
E allora Emeriti CIALTRONI e MAFIOSI che vi ingozzate nei grossi TRUOGOLI delle Squalificate ISTITUZIONI, tenete ben presente questa Comunicazione: “Riguardatevi la TESTA e Pensate che siete giunti al punto di Massimo VOMITO naturale da parte della tartassata e Martoriata GENTE; quando apprende di continuo le vostre INFAMIE”.
Asibiri, Scornacchiatissimi MARIUOLI.
 – A.
V.
G.
-- (Associazione VITTIME del Giudiciume).

Leggi tutto l'articolo