Giulia Sarti e le foto hot: "Max Bugani e il M5S non c'entrano"

Giovanni Favia, uno dei primi membri espulsi dal M5S, ha rilasciato un’intervista al Corriere della Sera in cui ha ricostruito la sua versione dei fatti sul caso Giulia Sarti.
L’ex grillino sosterrebbe che l’hackeraggio delle foto hot di Giulia Sarti fossero una forma di ritorsione nei suoi confronti, in quanto un tempo i due sarebbero stati inseparabili.
Tira in ballo anche il nome di Max Bugani, che definisce un nemico.
La deputata M5S fa sapere tramite l’agenzia Adnkronos che “le dichiarazioni rilasciate da Giovanni Favia al Corriere delle Sera in merito alla mia vicenda sono pretestuose e infondate.
Le sue parole sono il frutto di una ricostruzione fantasiosa di fatti che non lo riguardano”.
“Max Bugani è tra le persone che mi sono state vicine nelle difficoltà – prosegue Giulia Sarti – e non accetto che vengano fatte illazioni nei suoi confronti.
La mia è una vicenda personale ed è orribile che qualcuno tenti di strumentalizzarla per ottenere spazio sui media”.
Poi conclude: “Chiedo rispetto e che nessuno si occupi più della mia storia personale.
Un ringraziamento di cuore a tutte le persone che mi hanno scritto e mi sono state vicine in questi giorni difficili”.
Giulia Sarti ne approfitta per ribadire la sua posizione anche tramite Twitter.
“Per evitare che si alimentino ulteriori assurdità – scrive la parlamentare – chiariamo una volta per tutte: Max Bugani e il M5S non c’entrano nulla con l’hackeraggio che ho subìto nel 2013.
Sul resto delle dichiarazioni di Giovanni Favia al Corsera, mi astengo dal commentare ricostruzioni prive di senso”.