Giurin, Giurello...

Dopo l'articolo di As in cui si sosteneva che Kakà avrebbe chiesto a Berlusconi la cessione al Real, Galliani è sbottato: "Non posso smentirli tutti i giorni, questa è l'ultima volta: giuro che Kakà resta al Milan".
Le frizioni tra il quotidiano sportivo iberico ed il Milan sul fronte Kakà oramai non si contano più.
L'ultimo episodio era stata una foto che ritraeva il fuoriclasse brasiliano a Milanello con in mano una copia dello stesso As che celebrava il successo del Real nella Liga, con tanto di accusa di fotomontaggio da parte di via Turati e richiesta di rimozione della stessa.
Ora ci risiamo, As spinge su una presunta richiesta di cessione inoltrata a Berlusconi in persona da parte del giocatore, l'unica strada percorribile dal Real per strapparlo al Milan.
La strategia madridista, giusta o sbagliata che sia, è oramai chiaramente orientata sul logorìo, ed i media più vicini al club di Calderon (e As è fra questi) soffiano sul fuoco.
Il Milan ha sempre smentito con un certo fastidio questo tipo di manovre, ma nel week end, con la vicenda Kakà-Berlusconi sparata in prima pagina, Galliani è letteralmente sbottato.
"Non posso rincorrere quotidianamente le assurdità che questi signori scrivono - ha detto l'a.d.
rossonero -, questa è l'ultima volta che lo faccio.
Si inventano un sacco di cose, ed io sono francamente stufo.
Berlusconi in quanto presidente ed io in quanto a.d.
giuriamo che non cederemo Kakà, per noi è un punto d'onore".
Piuttosto chiaro anche il comunicato ufficiale apparso sul sito internet milanista: "L'AC Milan - si legge - comunica che non replicherà più alle bugie pubblicate dal quotidiano spagnolo As riguardo il fantomatico trasferimento di Kakà al Real Madrid".
Ma ci sarà presto una prossima puntata, c'è da giurarci.

Leggi tutto l'articolo