Giuseppe Peverelli

 
 
 
 
 
Nasce a Perugia nel 1887. Discendente da una famiglia di docenti universitari, si laurea in legge a Bologna nel 1912. Dal 1913 si stabilisce a Pordenone, dove si associa a uno studio professionale e inizia la carriera politica. Consigliere e assessore comunale di Pordenone (1915-19), in congedo militare per ragioni sanitarie, segue con crescente attenzione le vicende dei primi Fasci e fonda a Udine un gruppo politico denominato “Unione del lavoro” (agosto 1920).
 Iscrittosi al Fascismo nel gennaio 1921, si impone come capo dello squadrismo friulano. E’ segretario del Fascio di Udine (1922-23), segretario federale (1922-24), alto commissario politico del Fascismo (1923), intendente generale per i debiti di guerra, direttore del  “Giornale del Friuli” (1923-25) e presidente della sezione udinese dell’Istituto di Cultura Fascista.
 Refrattario alla normalizzazione interna del partito, è espulso dal PNF per indisciplina nel marzo 1926 e riammesso dopo circa un anno. Mussolini dis...

Leggi tutto l'articolo