Glossario Bondage prima parte

Glossario bondage/kinbaku Questa pagina raccoglie esclusivamente i termini relativi alle pratiche erotiche di costrizione, sia in stile occidentale (‘bondage‘) che orientale (‘kinbaku‘).Note:Tutti i nomi di persona sono elencati nella forma ‘cognome, nome’.
Nel kinbaku non esiste uno standard ufficiale per i nomi delle legature.
Questo glossario presenta quindi le definizioni impiegate più frequentemente su scala internazionale.
Si ringrazia Rida Saotome per la revisione dei termini giapponesi.
A Accarezzante, stile – Vedi newaza.Acworth, Peter – Produttore statunitense (pseud.
Peter Rogers, 1971-) e fondatore diKink.com, la più grande azienda dedicata alla realizzazione di video e siti web incentrati sul bondage e l’eros estremo.
Il grande successo ottenuto gli ha permesso di diffondere su scala planetaria alcune sue passioni personali precedentemente considerate di nicchia, quali il water bondage e il particolare stile di legature proposto dal seguitissimo sito Hogtied.com.
Agura – (giapponese, lett.
‘posizione a gambe incrociate’) Nel kinbaku, tutte le figure in cui il soggetto è seduto in quella posizione.
Akechi, Denki – Pseudonimo di Shi Akechi (1940-2005), nawashi celebre per avere portato in scena e in televisione il kinbaku in spettacoli che lo univano al teatro, la musica o l’arte performativa.
Grande studioso di hojōjutsu, ha introdotto fra le altre cose il vezzo diffuso ancora oggi fra molti bakushi di indossare occhiali scuri “per apparire più feroci”.Amsterdam box – Struttura simile a un armadio stretto e poco profondo (o, per i più macabri, a una bara) usata per giochi di deprivazione sensoriale.
Le pareti interne, isolate acusticamente, montano una serie di cinghie con cui immobilizzare chi vi viene chiuso dentro.
Diversi piccoli sportelli permettono invece di stimolarlo dall’esterno.
Aomuke tsuri – Nel kinbaku, tutte le figure basate su una sospensione in posizione supina.
Arisue, Go – Kinbakushi giapponese (1954-) e insegnante di bondage divenuto celebre per le numerose collaborazioni a film – anche non pornografici – che richiedevano scene di legature.
Arm sleeve – (inglese, pron.
arm slìv) Sorta di lungo guanto – solitamente in pelle – che accoglie le braccia del soggetto riunite dietro la schiena, immobilizzandole ed esponendo il petto.
Esistono strumenti analoghi per le gambe.
Asanawa – (giapponese) Benché la traduzione esatta del termine sia ‘corda di canapa’, questo indica qualsiasi corda in fibra naturale (es.
juta, canapa, lino o cotone).Asfissia posizionale – [...]

Leggi tutto l'articolo