Good Kill, recensione di Biagio Giordano

Good kill (Uccisione riuscita), di Andrew Niccol, con Ethan Hawke, January Jones, produzione Usa, anno 2014, durata 104 minuti, genere thriller.
Dopo l'atto terroristico alle Torri gemelle del 11 settembre 2001, la reazione degli USA, in particolare in Afghanistan e in Iraq, non si è fatta attendere, ed è caratterizzata da decenni da azioni mirate a distruggere obiettivi militari dei terroristi, dei loro accampamenti, delle case dove abitano, nonché dei nuclei di terroristi armati sorpresi a spasso qua e là nelle strade, e dei civili dediti a funzioni di fiancheggiamento al terrore, il tutto grazie agli occhi attenti dei satelliti usati dalla CIA, e del lavoro di individuazione ottenuto dallo spionaggio più tradizionale.
Recentemente, secondo il film, si prosegue in questa lotta al terrorismo con l'uso dei Droni, dotati di piccoli missili, che vengono guidati da postazioni fisse situate negli Stati Uniti, sui bersagli attraverso una complicata strumentazione elettronica che evoca nell'...

Leggi tutto l'articolo