Granelli di naftalina e diritti d'autore

Con estrema parsimonia dovremmo utilizzare lo spazio.
Qualsiasi tipo di spazio.
A discapito del magnifico ego di molti, abbiamo bisogno di altri centri nevralgici attorno, l'elettromagnatismo di questi, se allarghiamo troppo il nosstro territorio, non riusciamo più a percepirlo...
Perchè non potrei scrivere poesie se apparentemente congelo e mi piace l'idea?...
Perchè non dovresti talvolta svitarti le spalle, lasciarle un po' andare?...
Perchè non dovrei fare l'amore con te, con te, con te e poi con te, scegliendo solo l'ordine, che non è d'importanza...
Credo che potrei comunicarvi molto di più che con uno sparuto drappello di frasi, che a confronto...
sono una sveltina consumata affannosamente in un parcheggio a duqecento metri da casa mia.
Fallo, fallo, fallo, non non farlo, fallo e basta.
Vogliamo veder riconosciuto tutto...
ma poi non sorridi quando per una citazione di sventolo il copiright.
Non lo sei, perchè per arrichirti deve essere ricco.
La temperatura si sta alzando.
I ghiacci sciogliendosi ci sommergeranno.
E nessuno, dico nessuno, sa che in realtà succederà proprio l'opposto.
Si stava meglio senza televisione, senza auto, senza consumismo e senza xanax.
Si stava meglio quando le siringhe ce le scambiavamo, che non si sapeva, non avevamo paura.
Si stava molto molto meglio quando le penne macchiavano facilmente.
Fine.

Leggi tutto l'articolo