Grecia promossa da S&P. Giù il rendimento del decennale

(Teleborsa) - La finanza ellenica festeggia la promozione di Standard & Poor's.
Sabato 20 gennaio l'agenzia statunitense, per la prima volta in due anni, ha migliorato il suo giudizio sulla tenuta creditizia della Grecia a "B" da "B-" (comunque cinque gradini al di sotto dell'investment grade), con l'outlook che resta "positivo", cosa che potrebbe portare presto una nuova promozione.
Secondo S&P le prospettive fiscali e di crescita della nazione ellenica "sono migliorate" e il mercato del lavoro è in "ripresa" in un periodo di "certezza politica relativa".
L'outlook riflette la possibile revisione al rialzo del rating alla luce del contesto nel prossimo anno legato a finanziamenti e politiche economiche.
Una ulteriore promozione ci potrebbe essere se, congiuntamente all'uscita dal terzo programma di bailout lanciato dai partner dell'Unione Europea, la Grecia aumenta la sua liquidità per finanziare in anticipo pagamenti futuri sul debito.
Una promozione potrebbe esserci anche nel caso di altre cinque condizioni: - un rafforzamento della fiducia aziendale e della prevedibilità delle politiche locali; - l'approvazione da parte dei creditori della Grecia di una ristrutturazione del debito (che il Fondo monetario internazionale chiede da tempo); - un ulteriore miglioramento dell'accesso al mercato da parte di entità non sovrane, in particolare delle banche elleniche; - una riduzione notevole della dipendenza del sistema bancario ai finanziamenti ufficiali di breve termine; - un'accelerazione delle esportazioni greche, che porterebbe ad avanzi delle partire correnti superiori a quelli stimati da S&P.
L'outlook potrebbe essere portato a "stabile" se, diversamente dalle previsioni dell'agenzia di rating, ci saranno notevoli cambiamenti che invertiranno il processo di riforme o se la crescita risulterà più debole delle attese, "cosa che limiterebbe la capacità della Grecia di continuare il suo consolidamento fiscale e la riduzione del debito".
Immediata la reazione degli investitori: la Borsa di Atene avanza di mezzo punto percentuale ma soprattutto il rendimento del titolo di Stato decennale ellenico è in discesa libera (-12,5%) e viaggia ora al 3,845%.

Leggi tutto l'articolo