Grillo è l'asso piglia tutto: M5s al 21 per cento

Gli italiani non credono più nei partiti politici, ma sembrano premiare il Movimento 5 stelle, il cui portavoce Beppe Grillo non ha più rivali credibili.
I sondaggi premiano, dunque, la nuova creatura nata dall'antipolitica, che punta a ripristinare l'onesta in un sistema politico ormai allo sfascio.
In base ai dati dell'ultima analis svolta da Swg, infatti, è emerso che il consenso dei "grillini" è arrivato al 21 per cento a fronte del 18 della scorsa settimana.
Le battaglie del comico genovese hanno travolto e distrutto i vecchi schemi della politica autarchica del "palazzo".Secondo le percentuali fornite dall'istituto di Trieste, il Pd si confermerebbe partito più votato, con il 25,9 per cento dei consensi e un aumento costante dell'indice di gradimento (+0,7 per cento rispetto al 12 ottobre).
negativa, invece, la situazione del Pdl, mai così in crisi di numeri.
Le inchieste e gli ultimi scandali in Lazio e Lombardia hanno fatto precipitare il partito fondato da Silvio Berlusconi ad un misero 14,3 per cento, ma ciò che colpisce è la flessione elettorale: solo il 12 ottobre, infatti, sempre secondo Swg, il Pdl raccoglieva il 15,1 per cento dei consensi, il che significa che in meno di una settimana il principale partito del centrodestra ha perso quasi un punto percentuale (-0,8 per cento).
A quanto pare l'ascesa di Grillo ha causato molti danni all'Italia dei valori dell'ex pm Antonio Di Pietro che è attestato al 4,3 per cento con un significativo calo di un punto e mezzo rispetto al precedente sondaggio del 12 ottobre.
Stabili Lega, Sel e La Destra di Storace mentre non trova spunti per andare avanti l'Udc.
Cresce ancora l'esercito degli astenuti che passa dal 18 al 20 per cento che si sommano ad un numero imprecisato, ma intorno al 30 per cento, di indecisi che non rispondono alle sollecitazioni dei sondaggi.
L'istituto Swg ha anche monitorato la fiducia degli italiani nel presidente del Consiglio incaricato Mario Monti, che risulta in calo di due punti (dal 39 per cento di una settimana fa al 37 per cento attuale) dopo la presentazione della legge di stabilità che, evidentemente, ha avuto un impatto negativo sull'opinione pubblica.
Il sondaggio Swg è stato effettuato dal 15 al 17 ottobre 2012, tramite contatti telefonici e online su un campione di elettori di età superiore ai diciotto anni.Fonte: toscana news 24

Leggi tutto l'articolo