Guardie Giurate, Prelz (Stop Prima Trieste): «Turni di lavoro massacranti, necessarie più tutele»

Politica 14 settembre 2106 10:29 Guardie Giurate, Prelz (Stop Prima Trieste): «Turni di lavoro massacranti, necessarie più tutele» Lo rileva in una nota Marco Prelz di Stop Prima Trieste «Ieri tutti abbiamo letto l'articolo di quella guardia giurata, la quale sta vivendo una gravissima situazione economica,non per sua colpa ma per colpa di un istituto di vigilanza privata che aveva avuto circa un anno fa una gravissima situazione nel erogare i stipendi ai propri dipendenti».
Lo rileva in una nota Marco Prelz di Stop Prima Trieste.
«Volevo precisare -continua la nota - una cosa molto importante in questi giorni si è discusso molto su armate la nostra polizia locale tra i contrari a questi ovviamente abbiamo trovato sia forze politiche che una parte degli stessi agenti locali, la classe politica di sinistra e fortemente contraria a militarizzate la polizia locale perché potrebbe risultare negativa dando un senso di pericolo forte alla nostra entrerà cittadinanza».
«Secondo il mio parere - sottolinea Prelz - non è così anzi andrebbero a dare un supporto maggiore alle altre forze dell'ordine, per ritornare al problema sicurezza espresso più volte dalla sinistra, ma lo sanno che a Trieste abbiamo circa 400 guardie giurate armate che non sono considerate pubblico ufficiali, non estendendo la tutela alle persone, funzione che secondo la legge italiana,è di esclusiva competenza delle forze di polizia italiane indicate nella legge 1 aprile 1981 n° 121,solo in certi servizi come ad esemplari Terminal Portuali, Aeroporti, oppure nei nostri Tribunali (sempre sotto la supervisione delle forze dell'ordine)».
prelz salvini-2 «Ovvio - ancora - che la situazione dell'istituto privato di vigilanza Unita Fortior, va preso in considerazione in modo serio da parte del Prefetto ma anche dalle varie sigle Sindacali, perché devono vigilare su turni di lavoro massacranti, parliamo anche di 14 ore di lavoro in una giornata».
«Poca dimestichezza con le armi - sottolinea - servirebbero delle prove di tiro dinamico e non a sagoma ferma, soprattutto per le persone che fanno le scorte ai furgoni porta valori, controllare che gli istituti privati paghino regolarmente i loro dipendenti, per evitare casi come questo.
Sappiamo tutti che se lavorando tantissime ore sommando ad avere problemi economici di rilievi ,si possono commettere dei gesti involontari causa problemi di carattere neurologico».
«Aggiungo - conclude - che questi uomini in divisa che hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana potrebbero essere impegnati di più [...]

Leggi tutto l'articolo