Gustave Doré - Dante and Beatrice gaze upon the highest Heaven

Ho veduto solo una volta un sole così insanguinato.
E poi mai più.
Scendeva funesto sull’orizzonte e sembrava che qualcuno avesse sfondato la porta dell’inferno.
Ho domandato alla specola e ora so il perché.
L’inferno lo conosciamo, è dappertutto e cammina su due gambe.
Ma il paradiso? Può darsi che il paradiso non sia null’altro che un sorriso atteso per lungo tempo, e labbra che bisbigliano il nostro nome.
E poi quel breve vertiginoso momento quando ci è concesso di dimenticare velocemente quell’ inferno.
  (Jaroslav Seifert - Ho veduto una sola volta)

Leggi tutto l'articolo