HALLOWEENIGHT > LEGGENDE > SIDERALIS > MALEFICÆCLISSI

"Io non sono più che l'ombra di un'ombra che si contorce in mani che non sono mani che rotea cieca oltre le spettrali notti di questo putrescente cimitero dell'Universo." (H.P. Lovecraft, Nyarlathotep)
"...e ci fu di nuovo un firmamento e un vento ed un bagliore di luce purpurea negli occhi del sognatore che precipitava, c'erano dèi e presenze e volontà. Bellezza e cattiveria e l'urlo della notte malvagia privata della sua preda." (H.P. Lovecraft, The Dream-quest of the Unknown Kadath)
"Poi l'orribile avvertimento scoccò nella mia anima come l'orrido mattino che sorge rosso e preso dal panico, fuggii dalla conoscenza di terrori dimenticati e morti." (H.P. Lovecraft, The City)
Da una corrispondenza sul Philadelphia Enquirer per l'eclissi del 29 luglio 1878
Il cielo è stato considerato immutabile per molto tempo ed i fenomeni che avvengono sulla volta celeste, ripetendosi con grande regolarità, hanno permesso di stabilire alcune delle principali unità di tempo: il giorno, il mese e l'ann...

Leggi tutto l'articolo