HAMILTON RIAPRE IL MONDIALE A TRE GARE DAL TERMINE

 -- di Massimiliano Aquino Nel Gp degli Stati Uniti 18esima prova del mondiale di Formula 1, la Mercedes di Lewis Hamilton ha tagliato il traguardo davanti al compagno di squadra e leader del mondiale Nico Rosberg, e alla Red Bull di Daniel Ricciardo.
Il pilota Inglese, ha bissato il successo della passata stagione, che in quelle circostanze, gli valse il titolo mondiale.
Il successo di Austin - 50esima vittoria in carriera - consente a Hamilton di recuperare 7 punti al leader Rosberg e di ridurre il distacco a 26 lunghezze.
A tre gare dal termine, il bilancio dei piloti Mercedes è di 9 vittorie e 8 pole position per Nico Rosberg, e di 7 vittorie e 6 pole per Lewis Hamilton.
Un duello che proseguirà nei successivi Gp di Messico, Brasile, e Abu Dhabi.
Ennesima prestazione deludente delle Ferrari di Maranello che tagliano il traguardo con una sola monoposto.
Dopo un ottimo spunto alla partenza di Raikkonen, le Ferrari sono scivolate lontane dal podio nella seconda parte di gara.
Ancora una volta le Mercedes e le Red Bull, hanno dimostrato di avere un passo gara nettamente migliore.
La virtual safety car in pista al 31º giro dopo il ritiro di Verstappen, ha rimescolato le carte in pista, ma le posizioni di testa sono rimaste invariate sino al termine dei 308,405km di gara.
Al 39º giro meccanici Ferrari addormentati durante il pit stop di Raikkonen.
Il Finlandese rientra per la terza sosta, ma i meccanici lasciano partire la monoposto con la pistola del cambio gomme ancora inserita nella ruota posteriore.
Il rislutato, è stato il ritirno della vettura in fondo alla corsia box.
Per la rossa di Maranello un altro Gp da dimenticare, e una classifica che vede la Ferrari distante 53 punti dalla seconda posizione nella classifica mondiale costruttori.
  I commenti dei protagonisti   Hamilton: "Posso solo continuare a fare del mio meglio.
Nico ha fatto un'altra ottima gara.
Ci proverò fino alla fine e darò tutto".
  Rosberg: "Ho perso parecchio in partenza e ho dato tutto per recuperare.
Il secondo posto va bene, ho limitato i danni,.
Ho dato il massimo per vincere ma non c'era storia.
  Ricciardo: "Andava tutto bene, ma mentre ero secondo è arrivata la virtual safety car e Rosberg ne ha approfittato.  Peccato era una bella battaglia".
  Il weekend di Austin.
  In qualifica pole position numero 58 per Lewis Hamilton.
Alle sue spalle il leader del mondiale Nico Rosberg.
In terza fila ad oltre 1" le Ferrari di Raikkonen e Vettel.
Per la nona volta in stagione, la Ferrari di Raikkonen davanti alla rossa di Vettel.
  1 L [...]

Leggi tutto l'articolo