Halloween.....

  Origini e storia della Festa di Halloween Com’è nata l’abitudine di celebrare Halloween il 31 ottobre di ogni anno? Com’è cambiato il modo di festeggiare questa ricorrenza nel corso degli anni? Tra leggende, curiosità, tradizioni ripercorriamo l’affascinante storia della festa di Halloween, dalle origini ai nostri giorni.
  Alle origini di Halloween Le primissime origini di Halloween si possono ricercare in riti antichi legati ai cambi di stagione, nelle feste del raccolto, e nei culti agresti in cui si tentava esorcizzare quelle paure ancestrali che accompagnavano delle antiche civiltà basate sull’agricoltura: paura di perdere i figli, di perdere il raccolto, terrore delle calamità naturali.
Queste antiche tradizioni in cui l’uomo tentava di familiarizzare con cose come la morte, l’aldilà, l’ignoto sono senz’altro all’origine della storia di Halloween.
  Arriva l’inverno… buon Sahmain! Samhain (“fine dell’estate”) è un’antica festa celtica che può considerarsi la prima edizione della festa di Halloween.
Le celebrazioni del Samhain affondano le loro radici nell’antica religione celtica dei druidi.
Si trattava di rituali che celebravano la fine della stagione estiva e l’inizio dell’inverno.L’associazione di Halloween con la notte e le tenebre probabilmente è legata proprio all’atmosfera dei mesi invernali, ovvero della stagione più buia dell’anno.
  Ognissanti ovvero… All Hallows? Quando nell’alto medioevo il cristianesimo si diffuse nelle terre celtiche (Irlanda, Bretagna) e divenne la religione ufficiale della maggior parte dell’Impero Romano, una serie di editti papali istituirono un giorno di festa della chiesa, Ognissanti (o Tutti i Santi) da celebrare il 1 ° novembre di ogni anno.
La chiesa cattolica avrebbe contribuito a dare il nome della festa: “Tutti i Santi”, infatti, si diceva All Hallows in Bretagna (Hallow significato proprio sacro o di colui che è santo).
Non si sa con certezza se fosse nelle intenzioni della Chiesa sovrapporre questa nuova festa alle celebrazioni pagane di Sahmain, ma di fatto fu così.
Poco dopo venne istituita la festa “gemella” di Ognissanti, ovvero ilGiorno dei Morti, celebrato  il giorno successivo (2 novembre).
La data è stato posta accanto a quella di Ognissanti per enfatizzare l’idea che i santi possono intercedere per conto dei morti.
Nel frattempo da più parti si iniziava a festeggiare anche la vigilia di Ognissanti (31 ottobre) ovvero la All Hallows Eve (che sarebbe diventato “Halloween”).
      [...]

Leggi tutto l'articolo