Hanno tutti ragione

Chi l’avrebbe detto! Paolo Sorrentino, affermato ed apprezzato regista cinematografico e televisivo, è anche scrittore, e che scrittore! Devo confessare che il tanto osannato Il divo, film su Giulio Andreotti, non mi aveva preso, anzi mi aveva parecchio annoiato, anche se non gli si possono disconoscere grandi pregi.
E qualche perplessità mi ha destato anche il romanzo, questo Hanno tutti ragione, vita, avventure e amori di Tony Pagoda, cantante di successo ma da strapazzo, gran personaggio.
La scrittura di Sorrentino è, almeno all’inizio, entusiasmante: vivacissima, divertente, scoppiettante, piena di idee, densa di trovate anche linguistiche.
In ogni pagina una sorpresa, una rivelazione, una lezione di vita.
Si, bellissimo, ma troppo! Alla fine uno resta un po’ stordito, non riesce a contenere tutto ciò che ha ingurgitato in queste più di trecento pagine, io almeno mi sono sentito così.
Come svuotato, divertito, certo, ma con una spiacevole sensazione di promessa non mantenuta.
Un libro così pieno zeppo di cose che alla fine non ti resta niente (o quasi).
Detto questo, è un libro da leggere assolutamente.
Nonostante tutto quello che ho scritto finora, sono contento di averlo letto.
E lo consiglio a tutti.

Leggi tutto l'articolo