Haruki Murakami - L'uccello che girava le viti del mondo

L'odio è come un'ombra nera che va espandendosi, - disse Creta scuotendo la testa.
- Nella maggior parte dei casi neanche chi la produce sa fin dove arrivi.
È come un'arma a doppio taglio.
Ferendo l'avversario feriamo contemporaneamente noi stessi.
Più grave è la ferita che inferiamo a lui, più grave è la nostra.
In alcuni casi è fatale.
... L'odio, una volta che ha messo radici nel cuore, è difficilissimo da estirpare. 

Leggi tutto l'articolo